Attivazione di  I/VA-322 cima Verney

 

Attivazione della cima Verney

Gli anni si fanno sentire ... oltre i 2000 metri lo spirito continua ad esserci ma le gambe denunciano qualche problema .... dove impiegavo gli anni scorsi a salire su una cima diciamo un'ora ora il tempo non è il doppio ma poco ci manca.
Ma siccome convincere lo spirito che le gambe denunciano qualche problema è difficile il bib bib del cw continua ad avere un richiamo irresistibile ed è tempo di andare con o senza buone gambe.
Quindi questa volta dopo aver verificato che il wx è ancora per oggi buono convinco la XYL che la cima è a 10 minuti dall'auto e che quindi può stare tranquilla prendo su lo zaino e via si va.
Ovviamente i 10 minuti per me erano quelli di caricarmi del bagaglio e allungare i bastoni da trecking ma questa è un'altra storia.
Conoscevo la cima essendoci già stato e anche questa volta come sempre lassù c'è sempre vento forte e quindi mi sistemo sun una pietra alcuni metri sotto la cima e installo la canna da pesca di sostegno alla filare proprio sulla cima.
Ne deriva una antenna con il primo tratto quasi verticale il secondo orrizzontale ad un paio di metri dal terreno che oscilla vistosamente alle raffiche di vento.
La alimento ad un estremo con un accordatore semplice semplice fatto con un piccolo variabile ed un toroide.
I segnali sono forti e i rapporti buoni, il tutto tira anche se vado con il 817 settato a 2,5 watt, in quaranta metri ho avuto hrd anche da svezia e norvegia e questo in 40 qrp a mezzogiorno non è male.
Ho poi provato in ssb a 7118 ma non avendo risposta ..( oggi l'abitudine è di ascoltare solo..il cluster..) sono passato subito in 30 mt. e li altro pile up e ottimi qso.
Il tempo stava cambiando e alcune scariche preoccupanti mi hanno consigliato di chiudere prima del previsto anche se ormai avevo raggiunto il mio obiettivo e tirato su 65 qso in un paio di ore.
Smonto il tutto ed ecco che appena iniziata la discesa mi ritrovo IZ1AEL e la sua XYL che salgono.
Bella sorpresa e immortaliamo l'incontro con foto ricordo e poi facciamo il rientro assieme parlando ovviamente di radio.

Grande soddisfazione che il SOTA ci offre con poca potenza, antenne misere (un pezzo di filo) ma per me con qso bellissimi che dimostrano che non ci vogliono cose grandiose per divertirsi con la radio e una stuola sempre più grande di amici nuovi che si affacciano a questa attività.

I1ABT Bruno

ATT-2011-03-00

ATT-2011-03-01

ATT-2011-03-02

ATT-2011-03-03

0

1

2

3

ATT-2011-03-04

ATT-2011-03-05

4

5

 

LE LINGUE, LE RELIGIONI,LE IDEE POLITICHE, LE CLASSI SOCIALI, POSSONO ESSERE DIVERSISSIME E CONTRASTANTI, MA AL DI SOPRA DI QUESTE BARRIERE LE ONDE DELLA RADIO CREANO LEGAMI DI INDISSOLUBILE FRATERNITA